Piacenza e la sua Provincia

Piacenza è un'importante città dell'Emilia-Romagna che conta oltre 103.000 residenti nel suo comune, i quali superano le 290.000 unità se si considera l'intera provincia di cui è capoluogo. La città di Piacenza si distende su circa 128 chilometri quadrati nella pianura a destra del fiume Po, nel punto in cui vi confluiscono il Trebbia e il Nure, due corsi d'acqua strategici per lo sviluppo di Piacenza, sia dal punto di vista del commercio che dell'agricoltura.

In virtù della sua posizione geografica centrale l'antica Placentia era una fra le colonie più importanti della Gallia Cisalpina ed unendo ciò alla fertilità dei terreni, sottoposti ad efficaci interventi di bonifica sempre in epoca romana, possiamo facilmente comprendere la sua prosperità passata e presente.

L'agricoltura e l'allevamento rivestono, infatti, ancora oggi grande rilevanza nell'economia e nella fama di Piacenza, una delle capitali italiane del mangiar bene. In queste terre della pianura padana possiamo assaggiare salumi tipici a marchio DOP, come la coppa, la pancetta e il salame, mentre agli amanti del formaggio è concessa l'occasione di deliziarsi con la tenera giuncata, lo stagionato pecorino o con l'universalmente celebre grana padano.

Un menù tipico piacentino potrebbe prevedere un piatto di pisarei e fasò, i caratteristici gnocchetti conditi con sugo di pancetta e fagioli, un assaggio di picula 'd caval, carne di cavallo in umido, o di lepre sfilata, il tutto accompagnato dalla burtlaina, una particolare focaccia fritta preparata con uova, farina e latte, o dalla chisola, una focaccia con i ciccioli.

I piatti ed i prodotti tipici ai quali sono dedicate numerose sagre nel corso dell'anno potrebbero, inoltre, rappresentare deliziosi itinerari da percorrere per approfondire la conoscenza di Piacenza e della sua provincia. In questa parte dell'Emilia Romagna non mancano suggestivi borghi medievali e località di villeggiatura invernale, lungo le colline tra Parma e Piacenza e la Val Trebbia, teatro di sanguinose battaglie nei secoli bui e sede di antichi luoghi della fede splendidamente conservatisi nel tempo giungendo fino ai nostri giorni.